Quaderno di Approfondimento N.2 - Malattie professionali: quanto costano all’azienda e all’Italia?

Incominciamo dai numeri. Le denunce di malattie professionali sono in costante ascesa: 47.310 nel 2011; 58.129 nel 2017. Questo è un dato difficile da interpretare se consideriamo gli enormi sforzi (e costi) che le industrie italiane fanno per prevenire questo fenomeno.

 

Una malattia professionale è una patologia la cui causa agisce lentamente e progressivamente. La stessa causa deve essere diretta ed efficiente, cioè in grado di produrre l’infermità in modo esclusivo o prevalente. Deve esistere un rapporto causale diretto, o concausale, tra il rischio professionale e la malattia. Il rischio può essere provocato dal lavoro svolto oppure dall’ambiente in cui si svolge il lavoro stesso

Lo studio di Fondazione Ergo è stato condotto sulle denunce per malattia professionale raccolte dall’Inail nel periodo 2011-2017 e si pone l’obiettivo di analizzare gli aspetti quantitativi del fenomeno per capire l’evoluzione nel tempo delle malattie, la loro distribuzione nei diversi settori dell’economia con un focus particolare sull’industria manifatturiera.

A fronte di un generale aumento, tra il 2011 ed il 2016, di denunce di malattie professionali (+1.330 rispetto al 2015, pari al 2,3% e +12.934 rispetto al 2011), Fondazione Ergo ha voluto fornire un’analisi articolata, anche dal punto di vista economico, delle malattie professionali più diffuse, le loro cause, i benefici della prevenzione:

1. Fino al 2016, il numero di malattie in aumento riguarda soprattutto i lavoratori del settore dell’Agricoltura e i dipendenti dello Stato;

2. Nel 2017, nel settore Industria e Servizi, è l’industria manifatturiera a registrare il maggior numero di denunce (9.894);

3. Fino al 2016, la malattia più diffusa era la sindrome del tunnel carpale. Nel 2017, il primo posto spetta alla tendinite del sovraspinoso;

4. I costi degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali comportano una perdita pari al 3,9% del PIL nel mondo e al 3,3% in Europa, secono la stima dell’Agenzia europea per la sicurezza e salute sul lavoro;

5. In base alle stime elaborate dal Centro Studi di Fondazione Ergo, mediamente una malattia professionale costa all’Italia oltre 200.000 euro;

6. Per il 2012, l’Inail stima 51 miliardi di costi totali tra infortuni e malattie professionali;

7. Nel Regno Unito, l’introduzione di alcuni accorgimenti ergonomici nelle aziende ha portato alla riduzione delle assenze per malattia pari al 62%.

 

“Malattie professionali: una breve analisi economica” è il tema centrale del secondo numero de “I Quaderni di approfondimento”, la collana di Fondazione Ergo dedicata ad analizzare il panorama industriale italiano.

È possibile leggere e scaricare “Malattie professionali” a questo link >> goo.gl/3PhmjU

   x

La Fabbrica "senza fatica: il lavoro 4.0"

Il 14 giugno saremo al Politecnico di Torino per la nostra Conferenza Annuale sulla Produttività 2018, pensata con l’obiettivo di definire un percorso partecipativo di evoluzione competitiva della fabbrica, sfruttando le tecnologie digitali e le nuove competenze per migliorare Produttività ed Ergonomia.Vi aspettiamo alle 9!

Scopri di più