20 gennaio 2017 - In Italia il primo EAWS international key users meeting

Che cos’è l’EAWS International Key Users Meeting?

Il 20 gennaio 2017 si è tenuta a Milano, nella prestigiosa sede della società di consulenza PwC, la prima edizione dell’EAWS International Key Users Meeting (EIKUM), meeting ufficiale in cui si sono riunite le principali aziende utilizzatrici del sistema EAWS (Ergonomic Assessment Work-Sheet).

Fondazione Ergo in stretta collaborazione con Deutsche MTM-Vereinigung e. V. ha rivolto l’invito a tutte le più importanti aziende che a livello europeo utilizzano nei propri stabilimenti il sistema EAWS con l'obiettivo di costruire un gruppo ristretto di professionisti (manager che si occupano di Manufacturing, Manufacturing Process Engineering o ancora Health and Safety) e aziende interessate a collaborare per i futuri sviluppi strategici di EAWS.

Quali aziende hanno partecipato?

Alla riunione erano presenti le aziende FCA, Magneti Marelli, CNHi Truck&Bus (IVECO) e Automobili Lamborghini, VW & Audi, Miele, Brose e Stihl.

Di cosa si è parlato? 

1. L’efficienza dell’analisi ergonomica

L'implementazione di sistemi per la misurazione e monitoraggio del rischio da sovraccarico biomeccanico porta grandi vantaggi alle aziende utenti e ai loro lavoratori. La prevenzione del rischio ergonomico e la mappatura del rischio sono tuttavia attività considerate critiche (la mappatura dei rischi in alcuni paesi, come ad esempio in Italia, è obbligatoria per le aziende) poiché richiedono sforzi extra per rispondere agli adempimenti del D. lgs 81/2008. Si è discusso su quali possono essere le iniziative da intraprendere per migliorare l'efficienza del processo di analisi ergonomica e l'integrazione con il costo del lavoro e gestione della forza lavoro.

Durante l’incontro si è evidenziato che la maggior parte delle informazioni relative alla mappatura del rischio sono già disponibili nei database di analisi lavoro oltre al fatto che i sistemi di misurazione a tempi predeterminati MTM, su cui si basa EAWS, sono gli standard più utilizzati a livello mondiale. Il modo più efficace per gestire l'ergonomia è quello di collegare analisi ergonomica con l'analisi MTM.

2. Gli sviluppi futuri degli standard ISO-CEN

Gli standard internazionali ed europei (ISO/CEN) svolgono un ruolo fondamentale nell'affrontare le politiche aziendali in termini di mappatura del rischio biomeccanico e di tutela della salute dei lavoratori. Oggi i comitati che regolano il processo di emissione e la gestione degli standard internazionali ed europei sono composti quasi esclusivamente da medici del lavoro e ricercatori universitari. Un argomento in discussione è stato quello di valutare come poter coinvolgere e aumentare la presenza delle imprese all’interno di questi gruppi così che la progettazione delle future revisioni degli standard (ISO 11.228,1 / 2/3 e 11226) possano beneficiare sia degli aspetti accademici e teorici quanto del supporto più operativo che può provenire dall’esperienza pratica interna alle aziende, mettendo quindi un forte accento e focus sugli aspetti che migliorano il lavoro e quindi ad esclusivo vantaggio e beneficio per il lavoratore.

3. Matching tra lavoratore - postazione di lavoro - competenze

Tutti i paesi industrializzati stanno sperimentando un aumento dell'età media della popolazione attiva. In combinazione con le recenti politiche del governo di posticipare l'età pensionabile, le aziende si trovano ad affrontare la questione dell'invecchiamento dei loro dipendenti. Ciò significa che la popolazione attiva di aziende manifatturiere ha un insieme molto diverso di competenze e capacità. Si è introdotto il tema così che si tenga alta l’attenzione sull’esigenza di costruire un sistema che è in grado di ottimizzare l'incontro tra il lavoratore (in termini di età, la formazione, le competenze e le capacità), la stazione di lavoro (con la sua mappatura dei rischi) e il compito assegnato (descrizione del processo, il contenuto del lavoro e del carico di lavoro).

4. Revisione EAWS

I rappresentanti delle singole aziende hanno portato una panoramica degli stabilimenti in cui è in uso il sistema EAWS, mettendone in evidenza i pregi e le proprie esperienze e facendo presente possibili sviluppi e integrazioni per il futuro con il fine di ottimizzare il sistema da un punto di vista dell’efficienza ma anche e soprattutto di espandere gli ambiti di utilizzo così da garantire una mappatura del rischio ancora più completa ed esaustiva.

 

Perché è importante questo meeting?

Il sistema di EAWS è un sistema di valutazione del rischio da sovraccarico biomeccanico sviluppato negli ultimi anni e introdotto subito da FCA (primo pilota vero è stato lo stabilimento FCA di Pomigliano con la produzione della nuova Panda e l’accordo del 2010 che recepiva il sistema ERGO-UAS nel contratto di lavoro specialistico) e a seguire da tutti i grandi gruppi automobilistici ed industriali. Ad oggi i lavoratori di aziende in cui è in uso il sistema EAWS sono più di 600.000 in tutta Europa e più di 100.000 in Italia.

Il tema di importanza assoluta della misurazione del carico biomeccanico e più in generale della salute del lavoratore in fabbrica è un elemento fondamentale su cui costruire una fabbrica, per la prima volta tutti gli utilizzatori a livello europeo si sono incontrati per definire le direttive di sviluppo, mantenimento e crescita.

Il sistema EAWS consente alle aziende di introdurre un approccio ingegneristico e preventivo all’ergonomia. L’ergonomia preventiva consente di integrare la valutazione del rischio nel processo di sviluppo prodotto/processo, quando ancora è possibile ed apportare modifiche al prodotto/processo senza incorrere in costi non sostenibili. La sua applicazione all’interno delle aziende coinvolge quindi diversi aspetti:

  • Lo sviluppo prodotto/processo
  • Miglioramento della postazione di lavoro
  • L’organizzazione del lavoro
  • La mappatura del rischio

 

La Governance: il processo di mantenimento e di sviluppo

Il sistema EAWS offre ad ogni singolo utente e alle aziende utilizzatrici un servizio di Costumer Care a cui poter indirizzare le singole richieste di supporto, come anche possibili tematiche di sviluppo. Le richieste vengono inviate allo User Group di riferimento, ad oggi in Europa ne esistono due e sono l’Italy User Group e Germany User Group, a cui a breve si aggiungerà anche il supporto dello User Group dell’Ungheria ed entrambi riportano all’EAWS International Key Users Group.

Le richieste ove possibile vengono evase nell’immediato dal Costumer Care centrale, in caso contrario se si tratta di proposte o iniziative di miglioramento che richiedono ad esempio aggiornamenti del manuale viene coinvolto direttamente il Technical Board composto da G. Caragnano, Chairman, IMD, K. Schaub, IAD e I. Lavatelli, MTM Italy e se necessario anche un supporto tecnico e accademico con l’avvio di progetti di ricerca da parte del recente gruppo creato e definito Accademic Commettee  di cui sono entrati a far parte F. S. Violante, Alma Mater Studiorum dell’Università di Bologna, Italy, PD Dr. Matthias Jäger, IfADo – Leibniz Research Centre for Working Environment and Human Factors e la Prof. Maria Pia Cavatorta, Politecnico di Torino.

La parte software viene parallelamente adeguata ed aggiornata dal SW Engineering Application Group - T. Zschaage (DMTM).

 

Le iniziative condivise: il progetto di sviluppo

  • Validazione del modello ERGO-MTM per la progettazione del lavoro manuale costruito nel rispetto dei principi ergonomici – progetto di ricerca che ha come obiettivo quello di testare la correlazione tra l’indice EAWS Index e la percentuale di disturbi rilevati su un campione di 1200 operai presso lo stabilimento FCA Melfi.
  • Revisione della norma ISO 11228
  • Richiesta presso il Ministero del Lavoro Italiano del riconoscimento del sistema EAWS come “Buona Prassi” (sponsorizzato da FCA, CNHi, Magneti Marelli, Volkswagen Group, Denso Thermal Systems, Lamborghini, Whirlpool Indesit and Beretta Fabbrica d’Armi)
  • Proposta per un nuovo standard o technical report (ISO) - Ergo Allowance
  • Analisi di sensitività EAWS4 vs OCRA Index

Le singole iniziative saranno rese disponibili sul sito di Fondazione Ergo in seguito allo sviluppo delle singole attività.

 

Vuoi saperne di più? Leggi anche:

   x

L’economia italiana è tornata a crescere

Un’analisi della produttività del lavoro in Italia attraverso il Bollettino Statistico del Centro Studi di Fondazione Ergo

Scopri di più