Bollettino Statistico Produttività del lavoro N.1/2017

31 agosto 2017

La produttività del lavoro definisce la capacità di crescere e di competere di un Paese; è il rapporto tra l’output prodotto e il fattore produttivo del lavoro utilizzato per produrlo, ossia l’unità di prodotto per lavoratore o per ora lavorata”

Obiettivo del Bollettino Statistico è quello di approfondire aspetti specifici della produttività del lavoro, attraverso l’analisi congiunta di diversi database: Istat, Eurostat e Ocse. Propone quindi una panoramica a 360° della produttività in tutte le sue sfaccettature: analisi per attività economica con focus su tutte le singole industrie del manifatturiero italiano, analisi del contesto europeo e internazionale, con uno sguardo anche alle previsioni 2018.

Cosa emerge da questo primo numero del Bollettino?

  • Tra le attività manifatturiere italiane, le industrie del legno, chimica e gomma sono le tre più produttive dell’ultimo anno.
  • Valle d’Aosta e Lombardia sono le regioni con la più alta produttività del lavoro, ma si posizionano solo al 45° e 54° posto nel confronto con le altre regioni europee. La Norvegia primeggia con ben 3 regioni nei primi 5 posti.
  • Nel 2018, si prevede per l’Italia una crescita della produttività del lavoro tra le più basse a livello internazionale, pari infatti solo allo 0,3%. Subito dopo, il valore negativo della Grecia (0,8%). Regno Unito e Giappone ai primi posti, con l’1,2%.

 

  




Per ricevere il periodico scrivere una mail a centrostudi@ergo-mtm.it

   x

La tua patente sta per scadere?

Controlla la data di scadenza e procedi con il rinnovo!

Scopri di più