La Legge di stabilità 2017 e gli incentivi fiscali per le aziende: i tempi si fanno stretti per gli imprenditori

La legge di stabilità 2017, approvata la scorsa settimana in via definitiva dal Parlamento porta buone notizie in materia di incentivi fiscali, confermando le linee d’azione precedentemente avviate dal nostro Paese. Gli incentivi fiscali, uno tra i più consolidati aiuti per le imprese attivo in Italia, si estende e sviluppa secondo le direttive del piano del Ministro Carlo Calenda «Industria 4.0», ovvero l’intenzione di «portare ad una produzione quasi integralmente basata su un utilizzo di macchine intelligenti, interconnesse e collegate ad internet». Vediamo nel dettaglio contenuti e tempistiche. 

I tempi. La legge di bilancio 2017 porta importanti novità: ha prorogato il super-ammortamento del 140% a tutto il 2017, introducendo anche l’iper-ammortamento al 250%, ma le tempistiche sono strette.

 

Super ammortamento al 140% confermato nel 2017 per acquisto/sviluppo software.

Dal primo gennaio diventa operativo l'allargamento del superammortamento del 140% anche ai software/sistemi informatici purché i software stessi siano collegati alla “trasformazione tecnologica in chiave Industria 4.0”.

Si tratta di una novità assoluta in quanto la normativa entrata in vigore quest’anno, com’è noto, non prevede il super ammortamento per i beni immateriali.

In altre parole, per beneficiare del super ammortamento al 140% anche sui software, le imprese dovranno preliminarmente effettuare un investimento previsto dal piano Industria 4.0 ad esempio per beni strumentali con funzionamento controllato da sistemi computerizzati e/o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti; sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità; o ancora dispositivi per l’interazione uomo macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro.

Sugli investimenti sopra elencati si potrà beneficiare dell’iper ammortamento al 250%. Sul software collegato all’utilizzo di tali beni, invece, si potrà beneficiare del super ammortamento al 140%.

La proroga del superammortamento del 140% anche al 2017, addirittura al 30 giugno 2018 a condizione che detti investimenti si riferiscano a ordini accettati dal fornitore entro la data del 31 dicembre 2017 e che, entro la medesima data, sia anche avvenuto il pagamento di acconti in misura non inferiore al 20%.

 

Iper ammortamento al 250%

Dal prossimo gennaio diventa operativo l'iper ammortamento al 250% a favore di molte categorie di beni. Si tratta di una nuova agevolazione legata all’acquisto di beni che “favoriscono i processi di trasformazione tecnologica e/o digitale in chiave Industria 4.0”. Il periodo di riferimento è il 2017, con possibilità di concludere l’acquisto entro il 2018, purché sussistano determinate condizioni (legate per esempio al pagamento degli acconti).

Ciò che pare chiaro è che i tempi stringenti definiti dal MISE per poter usufruire degli incentivi fiscali sono un ulteriore elemento di urgenza che gli imprenditori devono affrontare. La maggior parte delle PMI italiane è in un contesto in cui non è così scontato capire come muoversi e che strada intraprendere per avviare un percorso di digitalizzazione, perché spesso Industry 4.0 viene fatta coincidere con la sola introduzione di tecnologie abilitanti, il rischio oggi è che per le PMI Industry 4.0 si riduca all’introduzione di iniziative tecnologiche non sostenute ed integrate da un modello operativo solido.

Quello che invece serve subito è capire che alle PMI serve un approccio robusto per definire il percorso di trasformazione Industry 4.0.

Serve progettare un percorso equilibrato di sviluppo che tenga in considerazione le risorse umane e finanziarie disponibili in azienda e parallelamente anche gli incentivi fiscali messi a disposizione dal nostro Governo. La sfida è davvero nelle mani degli imprenditori.

   x

La tua patente sta per scadere?

Controlla la data di scadenza e procedi con il rinnovo!

Scopri di più